Cisterna

03 ottobre 2006

Pop-Tour in Paris: episodio 2

10 anni fa un pischello spavaldo visitava Parigi per la prima volta. Bella città, ma la magia? Il pischello non riusciva a percepirla. Poi un giorno, quasi per caso, decise di prendere la linea 1 della metrò in direzione La Defence. Voleva vedere da vicino il Grand Arche, monumento che lo aveva incuriosito fin dal primo giorno. Giunto a destinazione, la sua attenzione fu attratta da una serie di enormi impronte digitali impresse sul pavimento. Che roba strana... senza indugio prese a seguirle.
Dopo una passeggiata di qualche centinaio di metri, la visione. Un pollice enorme. In fondo che cazzo ti aspetti di trovare alla fine di una pista di impronte digitali giganti?!? Grande sorpresa, stupore, entusiasmo e, finalmente, la magia. Quel luogo divenne la sua magica Parigi.
Poteva secondo te il pischello tornare a Parigi senza rendere omaggio a quel magnifico monumento?
Signore e signori, ecco a voi il pollice di Cesar... probabilmente una delle sculture più affascinanti che abbia mai visto. In questa opera io, uomo della strada, ci ho visto un monumento all'intero genere umano, meravigliosamente condensato in un pollice. Il dito opponibile. Ciò che ci contraddistingue, e che ci ha permesso di evolverci come ci siamo evoluti. Il pollice opponibile è la rivoluzione dell'evoluzione grazie alla quale i primi uomini hanno potuto utilizzare agevolmente i primi e rudimentali utensili. Con essi hanno potuto sopravvivere a predatori più forti e sopperire ad innumerevoli mancanze e necessità. Ed è affascinante notare che tuttora l'uomo è simbioticamente legato a strumenti esterni per condurre la propria esistenza. Il dito opponibile è il fulcro sul quale l'uomo si è evoluto verso ciò che oggi è diventato.
Purtroppo non ho mezzi espressivi adeguati per descrivere la grandiosa sensazione di consapevolezza che provo ogni volta che mi trovo davanti a questo capolavoro. Per questo ti consiglio molto caldamente di provare personalmente. Quando capiterai a Parigi, non dimenticarti di rendere omaggio al pollice.
Ah, dimenticavo... se per caso tu non provassi nulla di fronte a questo monumento, in ogni caso scatta una foto! Sai le risate con gli amici quando racconterai che sei andato fino a Parigi per fotografare un dito... chissà quante volte hai immortalato per sbaglio una frazione di dito in un angolo di una fotografia. Beh, questa volta hai esagerato ma ne è valsa la pena... hai fatto un viaggio di mille Km per immortalare un dito tutto intero!

3 Comments:

  • sembra il pollice di Frankestein, ahahahah. scusa, ma quando l'hanno impiazzato? perché nel 2005 a gennaio non c'era.

    By Anonymous Anonimo, at 12:43 PM  

  • Pensa se avessero messo un dito medio !!!

    By Anonymous Anonimo, at 10:27 PM  

  • Photoshop può fare grandi cose... ^_^''

    By Anonymous nikazzi, at 11:49 AM  

Posta un commento

<< Home