Cisterna

01 dicembre 2010

Via col vento

Via col Vento
Talvolta nell'aria spira una brezza di vento cazzone, il vento che permette di disegnare nuove rotte lungo mari misteriosi, verso lidi inesplorati.
Non è possibile conoscere il porto di arrivo. Non è neanche dato sapere se sarà possibile approdare da qualche parte.
Per questa ragione molti preferiscono evitare di mettersi in viaggio spinti dalla corrente del vento cazzone.
Il vento cazzone soffia quando e dove meno te lo aspetti.
Io per esempio l'ho percepito distintamente qualche sera fa ad una cena, quando ho scoperto che a Tehran c'è un liceo italiano. E' un liceo scientifico a tutti gli effetti, dove si studia in italiano, e dove a fine anno arriva una commissione esaminatrice dall'Italia per l'esame di maturità.
Chiunque abbia concepito questa idea è stato indubbiamente travolto da una vera e propria tempesta di vento cazzone: un liceo scientifico italiano a Tehran, in un paese dove la comunità italiana conta un centinaio di persone, e dove la legge vieta ai cittadini di frequentare scuole non islamiche.
La situazione è ulteriormente aggravata dal fatto che il liceo non è statale. E' una fondazione che vive di rette e donazioni.
Per me questa scuola è una sorta di fragile monumento. Rappresenta la volontà della piccola comunità italiana di conservare e proteggere la propria identità culturale.
E' proprio vero che nonostante tutto, gli italiani sono brava gente.
La storia mi ha incuriosito, e così durante la cena ho approfondito il discorso. Ho scoperto come funziona la scuola, ho percepito i molti problemi e difficoltà che la minacciano. Boh, mi sono appassionato alla storia.
Proprio mentre una persona mi raccontava nel dettaglio le grandi difficoltà che hanno nel reperire docenti in lingua italiana, qualcuno ha aperto la porta verso la terrazza. Ho sentito una lieve brezza di vento cazzone che mi accarezzava i capelli.
Molti preferiscono evitare di mettersi in viaggio spinti dalla corrente del vento cazzone. Il mio istinto mi consiglia di non levare l'ancora e di non alzare la vela: il porto è il luogo più sicuro.
Il vento cazzone è un fenomeno raro, e può avere effetti incredibili e portate grandissime. Il porto è il luogo più sicuro.
L'istinto mi frena. Eppure pian piano la vela sale, e man mano che la vela viene issata sull'albero maestro, vengo avvolto da un sentimento contrastante. Percepisco la cazzata, ma ne sono attratto.
Via... levo l'ancora!
Ah sì, siete disperati perché vi manca il professore di fisica? Non c'è problema: vengo io!
Il vento cazzone spinge fortissimo, e l'ancora, non ancora completamente levata, salta volando sul pelo dell'acqua. La barra del timone è impazzita.
Non si vede l'orizzonte, e non si capisce in che direzione si sta navigando. Si percepisce solo energia e movimento.
Mi guardo attorno.
Da un paio di settimane sono il nuovo professore di fisica della scuola italiana di Tehran. Insegno solo agli allievi che dovranno affrontare la maturità, e insegno solo di giovedì (il mio giorno libero).
Insegnare non è facile. A Giugno la commissione di maturità valuterà quel che son riuscito a trasmettere agli studenti. Se non avessi levato l'ancora, tutto sarebbe stato più facile. Però son contento così. Mi sento più vivo. Superata la paura per le cose nuove e inesplorate, subentra un impagabile sensazione di scoperta. Di freschezza. Di novità. E' bello. Bello in un modo incosciente. Un bello cazzone.
Il nome stesso del vento è indicativo dello spirito di chi lo segue.
Auguro a te che stai leggendo, e a tutti, di incontrare qualche volta il vento cazzone. Quando lo incontrerai, alza la vela. Non restare al porto, che il porto è una rottura di coglioni. Se mai naufragassi, naufragherai con un sorriso bellissimo sul volto... e torneremo a riva a nuoto insieme. Ridendo.

12 Comments:

  • Ma è fantastico... In bocca al lupo!!
    VENTO CAZZONE RULEZ!

    By Anonymous nikazzi, at 3:51 PM  

  • Crepi il lupo... :-)

    By Blogger Roberto, at 9:16 PM  

  • Mitico, mo' te dovrò chiamà professò. Grande Roberto, non finisci di stupirmi.


    Ocio, ammainare vuol dire l'esatto opposto di quello che intendi nel post :)
    AHR, AHR (risata da pirLata)

    Il Pupazzo Gnawd

    By Anonymous Anonimo, at 10:38 AM  

  • Ma ma ma io non ho parole! :o

    G-R-A-N-D-I-S-S-I-M-O

    ma a parte le belle parole e il grande spirito, il dubbio che tu lo abbia fatto per fare il porco con le ingenue studentesse e' altissimo!!

    BatiX

    By Anonymous Anonimo, at 1:56 PM  

  • @Gnawd:
    Normalmente non correggo i miei errori, in modo che resti chiara la testimonianza della mia ignoranza, ma visto che in questo caso è un termine fondamentale, lo correggerò. Grazie mille per la segnalazione!
    A testimonianza della mia ignoranza resterà comunque questo commento.

    @BatiX:
    In realtà l'ho fatto principalmente per poter dare ripetizioni alla figlia di Mubarak.
    Spero che nessun complotto della mafia mi forzi poi a trombare.

    By Blogger Roberto, at 5:37 PM  

  • Bravo Rupert, segali tutti quei bastardi!!! Devi farli impazzire! Tanto anche sei fai lo stronzo non possono cambiare scuola!!
    AAAAAAAAAAAAHHHHHHHHHHHH aaahhh !!!

    By Anonymous Anonimo, at 11:53 PM  

  • scherzavo Rupert, riesci ogni volta a stupirmi, sei il mio erore! In bocca al lupo!

    By Anonymous Anonimo, at 11:54 PM  

  • errore: volevo scrivere eroe!

    By Anonymous Anonimo, at 12:27 AM  

  • niente...non ti si può lasciare solo un attimo, che ...fai qualcosa di spassosamente divino!
    e t'immagini se rientrando in italia, tu scoprissi quest'esperienza ti vale 1000 punti gelmini per scalare le vette delle italiche graduatorie???!!

    By Anonymous Anonimo, at 4:26 PM  

  • Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    By Blogger Me, at 10:22 PM  

  • Ehilà Roby! Dopo la nostra telefonata fiume di questa mattina sono tornato dopo un po' di tempo su Cisterna. Ancora in bocca al lupo per la bellissima avventura! :)

    By Anonymous Gianluca (Ganon), at 10:23 PM  

  • Questa teoria del "vento cazzone" è nobile ed antica, saggia e folle al contempo... insomma, viva!

    Con schiumato rispetto rispetto,
    tuo Pitoff®

    By Anonymous Anonimo, at 6:04 PM  

Posta un commento

<< Home